Felicità a pelle

Una scelta di vita puo’ dare il senso di una piccola grande felicità.
Paola, dopo vent’anni a Milano e varie peripezie in giro per il mondo, ha scelto di fare una cosa che le piace e ciò merita una dedica speciale: queste poche righe a raccontarne il passo.

Un Robinson Crusoe al femminile. Una forza di ragazza. Taglia e cuce la pelle con precisione, arte e passione in un piccolo paese della Francia meridionale, dove si è inventata il suo “atelier de cuir”. Fa l’artigiana, lavora la pelle.
Riveste l’interno delle borse di pelle fatte da lei con le camicine di suo figlio, il piccolo Dino. Confeziona cinture, borsellini, ma soprattutto eleganti rivestimenti per barche.
È anche falegname, elettricista e sicuramente una brava economa della casa.
Recupera oggetti che vengono buttati e con lei rivivono una seconda e una terza volta. Recupera vestiti e giacche dalla Croce Rossa (che ha una sede proprio di fronte al suo atelier) e ridà loro vita. Sprizza gioia dalla… pelle e la sua risata è veramente contagiosa.
Paola vive in un villaggio della Provenza, Biot, nell’entroterra di Antibes. In salita, una casetta in mezzo ad altre casette, con fiori, alberi di limone, tetti con i gatti, strade ciottolate e ricamate.
E se portare a casa una spesa troppo pesante è complicato… beh, lei usa la carriola!
È la mia amica Paola, con lei ho condiviso un breve tratto di vita 30 anni fa.
Ho voluto scrivere di lei, in un tema di felicità, perchè è la prima parola che mi è venuta alla mente quando l’ho incontrata poco tempo fa in Francia, durante una mia visita a casa sua.
Felicità, ho pensato, è anche questo. Amare quello che fai e godere di quello che hai.

Anna Orsenigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *