Fotografia come testimonianza

Livio Senigalliesi, grande amico di Oltre il Giardino, 55 anni, milanese, inizia la carriera di fotogiornalista nei primi anni ’80 dedicandosi ai grandi temi della realtà italiana, le lotte operaie e studentesche, l’immigrazione, l’emarginazione, i problemi del sud, la lotta alla mafia. Dopo anni di militanza nel collettivo del quotidiano il Manifesto, alla fine degli anni ’80 amplia il raggio delle collaborazioni e rivolge sempre di più la sua attenzione all’attualità internazionale, pubblicando ampi reportage sulle maggiori testate nazionali ed estere. La passione per la fotografia intesa come testimonianza e l’attenzione ai fatti storici di questi ultimi decenni l’hanno portato su fronti caldi come il Medio-Oriente ed il Kurdistan durante la guerra del Golfo, nella Berlino della divisione e della riunificazione, a Mosca durante i giorni del golpe che sancirono la fine dell’unione sovietica.

Ha seguito tutte la fasi del conflitto nell’ex-Yugoslavia , vivendo a Sarajevo tra la gente sotto i bombardamenti l’assedio più lungo della Storia. Ha inoltre documentato le atroci conseguenze di guerre e genocidi in Africa e sud-est asiatico. Negli ultimi anni ha focalizzato il suo impegno su due grandi temi: le vittime civili dei conflitti e la condizione umana degli immigrati in Italia. Nello scorso mese di agosto gli è stato consegnato il premio Dig Award San Marino 2015, un riconoscimento per l’importante lavoro di documentazione realizzato dal 1991 ad

oggi sui temi legati ai migranti: dagli “sbarchi degli albanesi” nei primi anni ’90 alla piaga del caporalato, dal traffico di esseri umani agli orrori che hanno tristemente legato il nome Mediterraneo a un cimitero. Oltre il Giardino è orgogliosa di presentare in queste pagine alcune immagini su questo tema

 

I REPORTAGE di Livio Senigalliesi

Medioriente: Giordania, Iraq, Libano, Israele/Palestina, Cipro, Turchia,

Kurdistan. Balcani: Croazia, Bosnia, Serbia, Kosovo, Macedonia.

Est Europa: DDR, Romania, URSS, Georgia, Cecenia e Repubbliche

Caucasiche. Asia: Afghanistan, India, Pakistan, Kashmir, Vietnam, Cambogia.

Africa: Congo, Ruanda, Uganda, Sudan, Mozambico. America Latina:

Guatemala.

LIBRI

“Balkan” – Edizioni del Museo Ken Damy.

“Kosovo, c’ero anch’io” con testi di Massimo Nava – Ed. Rizzoli/ Bur.

“Vittime, storie di guerra sul fronte della pace” con testi di Massimo Nava -Fazi Editore.

“Balcani: la guerra in Europa. Memorie per l’educazione alla pace” Ed. Cesvi-Educational.

“Terra di Palestina” – Ed. Provincia di Salerno–Donne in nero–Assopace.

“Caucaso” – Mazzotta Editore.

“Ruanda: memorie di un genocidio” – Ed. Teatri 90.

“Justicia y verdad” – Ed. Fondazione Rigoberta Menchù Tum – Guatemala City.

“Dispacci dal fronte” – Ed. EGA Libri per Reporter sans Frontieres-Italia.

“Congo, la guerra infinita” – Ed. Coopi – Milano.

PREMI

1998 “Bayeux War Corrispondent Award” categoria war photographer.

2003 “PDN Photo Annual Award” New York categoria photojournalism on the web.

2004 “World Health Organization Photo Award”.

2006 “Premio Antonio Russo” per il reportage di guerra.

2007 “Colomba della Pace” conferita dal Comune di Assisi per l’impegno a favore della pace

 2009 Vincitore del Concorso ‘Identità e culture in unaItalia multietnica’, riceve la medaglia del Presidente della Repubblica per il lavoro svolto nella documentazione della condizione degli immigraticlandestini in Italia.

2010 “Premio Eugenio Montale” categoria fotogiornalismo.

2105 “Premio San Marino”.

[www.liviosenigalliesi.com]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *